Symantec, perdita di dati importanti per il 44% degli utenti Pc

E' probabilmente capitato a molti di noi: un click di troppo, qualche errore o un virus e del materiale custodito nel nostro Pc sparisce, lasciandoci nella disperazione e con la speranza, in molti casi vana, di recuperare i file danneggiati o persi con qualche programma di recovery file. La cattiva abitudine di non fare copie di back-up dei dati determina il crearsi di questi inconvenienti: per l'esattezza, il 44% degli utenti è incorso in questa situazione.
E' stata una ricerca di Symantec, effettuata su un campione di 3000 utenti in Francia, Regno Unito e Germania, a mettere in luce questa problematica e la sua diffusione. Nello specifico, i file smarriti più facilmente sarebbero foto (48%), email (43%) e documenti di lavoro (31%).
La ricerca ha inoltre quantificato i danni relativi alla perdita di dati salvati esclusivamente sul computer e di cui non è stata salvata alcuna copia: Symantec ha stimato mediamente 1.772 Euro a persona, tenendo conto delle azioni necessarie a rimpiazzare le informazioni perse, senza contare l'impatto emotivo della perdita.
Analizzando i metodi preferiti dagli utenti per non incorrere in queste situazioni, solo l'11% sceglie di archiviare i file su spazi di storage online sicuri, mentre, in generale, è il 77% del campione preso in esame a effettuare il back-up anche solo di una parte dei file.