E' nato OpenSolaris

OpenSolaris non è più un fantasma.
Da alcune ore il suo codice può essere scaricato dal web e fatto girare, senza pagare un cent, su sistemi x86 e SPARC.
Ora per Sun arriva la parte più difficile: dar vita ad una comunità open source.

Tutto ciò che Sun ha riversato nel calderone di OpenSolaris, e riverserà in futuro, è accompagnato dalla licenza open source Common Development and Distribution License (CDDL), derivata dalla Mozilla Public License.
La CDDL consente a chiunque di vedere, modificare (a patto di rendere le modifiche pubbliche) e distribuire il codice, ma a differenza della GPL, che governa Linux e il cosiddetto free software, non impedisce di mescolare software coperto dalla CDDL con software coperto da altre licenze (anche closed source).

La Fonte dell'articolo