Apple elimina il TPM dai propro pc

La casa della Mela decide di tener fuori dalla porta il componente principale della piattaforma del Trusted Computing dai suoi nuovi Mac.
C'è chi spera in una svolta definitiva.

Il TPM è il "cuore" delle circuiterie elettroniche, che si vogliono sicure e certificate, che l'industria sta progettando da anni ed è in fase avanzata di implementazione nelle apparecchiature di uso quotidiano: per garantire protezione da frodi e malware realizzati dalla nuova criminalità informatica, certo, ma anche, sostengono in molti, per offrire alle multinazionali di settore il controllo totale su cosa l'utente può fare o a quali dati può avere accesso sul proprio PC, telefonino, iPod, console portatile e via di questo passo.

La fonte dell'articolo e maggiori informazioni sul TPM.